Créez un compte Premium et accédez aux résultats des ventes de plus d'un mois, avec leurs descriptifs et leurs photos !

Voir les offres Premium
Ma sélection

Lot 37 - Mother of God Assuage My Sorrows, Central Russia

Adjudication sur abonnement

> Voir les offres Premium

Mother of God Assuage My Sorrows
(Central Russia, second half of 19th century)

Egg yolk tempera on wood, with gold background
35,5 x 32 cm


Full English description on request

La bella icona è dipinta su tavola di legno con la tecnica della tempera all’uovo (il legante del colore è proprio il tuorlo d’uovo) ed è sicuramente un bell’esempio di come venissero ben conservate ed impreziosite le icone in terra di Russia.

La coppia di lettere scritte in alto, a destra e a sinistra del nimbo della Madonna, è l’abbreviazione di “Madre di Dio”, mentre sopra il nimbo crocifero di Gesù è scritto, sempre in forma abbreviata, “Gesù Cristo”. Più in basso a sinistra sta l’iscrizione che dà il titolo all’icona: “Consola le mie tristezze (pene) Santissima”.

La Madonna è vestita con un manto prezioso di colore porpora, e con una tunica di colore blu, il mantello è riccamente decorato a fiori e foglie dorati nella parte interna.
Il rosso è il colore della regalità, ma anche della vita e del martirio.
Il colore rosso del tessuto della Madonna è però sempre di un gradino di luminosità e vivacità in meno del vestito del figlio Gesù.
Questo significa che Maria è regina, ma di dignità inferiore alla regalità di Gesù, che è Dio.
Sul capo e su una spalla (l’altra è nascosta dalla testa di Gesù) le tre stelle siriache simbolo della verginità della Madonna (vergine prima, dopo e durante il parto, dicono i vangeli apocrifi).
La mano sinistra di Maria è appoggiata al suo volto in un gesto dolente, ma di dolore trattenuto, non tragico.
La mano destra sorregge in maniera approssimativa il figlio che, non avendo appoggio per la sua schiena, sembra non poggiare sul grembo della Madre.
Gesù è vestito di rosso e di verde simbolo della sua umanità; ha un viso in cui si mescolano i tratti del bambino con le sembianze dell’adulto.
Non stupisce la mescolanza di tratti di adulto e di bambino nel volto di Gesù: in lui vediamo tutta la sua storia, dalla nascita alla croce.
Le parole che Gesù tiene in mano sono solo un invito a guardare con occhio diverso le inevitabili difficoltà della vita.Da notare che Maria, in atteggiamento pensoso di chi medita in cuor suo le pene che passerà per il Figlio, non guarda verso il Bambino.
Questo significa che non attribuisce a lui la colpa della sua vita piena di afflizione, ma semplicemente ne sta meditando il senso.

D’altra parte Gesù guarda verso il cielo come chi sta ascoltando il volere del Padre, che ci viene presentato tramite la parola scritta sul rotolo che tiene in mano.

Descrizione completa

Starting bid :
1000

Demander plus d'information

Thème : Art religieux Ajouter ce thème à mes alertes